Sergej S. Averincev, Olivier Clément, Pierre Gonneau, Nina Kauchtschischwili, Oleg V. Pančenko, Natalija V. Ponyrko, Andrzej V. Poppe, Vasilij G. Pucko, Tat’jana R. Rudi, Sophia Senyk, Makarij Veretennikov, Vladimir Vodoff

Forme della santità russa

Atti dell’VIII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa (sezione russa), Bose, 21-23 settembre 2000

A cura di Adalberto Mainardi

Collana: Spiritualità orientale
Argomenti: Atti di convegni, Ortodossia, Ecumenismo, Monachesimo, Vita religiosa
  • Libro
  • Libro
    Edizione cartacea
    ISBN: 9788882271206
    2002, 372, ill. pp.
    € 20,00  € 19,00
    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello

Il santo è l’evangelo fatto carne in un uomo, in una donna, è memoria vivente ed efficace dell’evangelo nella storia. Ma la via della santità è anche la via verso l’unità: la comunione di chiese sorelle. “I santi”, diceva il metropolita Evlogij, “sono cittadini della chiesa una e universale”. Gli studi qui raccolti, presentati all’VIII Convegno ecumenico di spiritualità ortodossa, restituiscono le forme di quella teologia della bellezza realizzata nelle vite dei santi russi, nello splendore delle icone, nella contemplazione silenziosa del “deserto” del nord: umanità cristianizzata, canto di salvezza e profumo di misericordia per tutte le creature. I santi della chiesa russa, dai principi Boris e Gleb uccisi all’alba della Rus’ cristiana fino ai martiri del xx secolo, sono un’immagine viva della pazienza di Cristo e della carità di Dio!

(Enzo Bianchi, priore di Bose)