• Libro
  • Libro
    Edizione cartacea
    ISBN: 9788882273606
    2012, 174 pp.
    € 15,00  € 14,25
    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello

“Amare è, per lungo spazio e ampio fino entro il cuore della vita, solitudine, più intensa e approfondita solitudine per colui che ama”.

Così scrive Rilke, perché la solitudine non esclude l’amore, anzi permette a questo di costruirsi in verità, oltre un possibile culto dell’amore, oltre l’illusione che la relazione con l’altro possa dispensarci dal renderci consapevoli di noi stessi.

I testi qui raccolti trattano da vari punti di vista di questo essenziale esercizio spirituale e possono offrire spunti affinché nel quotidiano e anche faticoso assumere la propria solitudine, con le sue ambivalenze, impariamo ad aprirci a tutte le dimensioni dell’amore, arrivando a coniugare amore e libertà.

Indice
  • Enzo Bianci, “L’avventura della solitudine”
  • Christian Bobin, “La grazia della solitudine”
  • Paolo De Benedetti, “In principio era la solitudine”
  • Jacques Guillet, “Respinto dagli uomini e da Dio”
  • Yves Cattin, “I cerchi della solitudine”
  • Xavier Lacroix, “La prova di verità: acconsentire alla mancanza”
  • Denis Huerre, “La solitudine, grazia e mistero”
  • Pierre-Yves Emery, “Comunione e solitudine”
  • Christoph Theobald, “‘Comunione dei santi’ e solitudine”
Autori

Enzo Bianchi
Enzo Bianchi (Castel Boglione 1943), fondatore della Comunità monastica di Bose, è autore di numerosi testi sulla spiritualità cristiana e sulla grande tradizione della chiesa.

Christian Bobin
Christian Bobin (Le Creusot, Francia, 1951) è poeta apprezzato per la lievità della scrittura e la profondità delle tematiche, e ha ricevuto in Francia diversi premi letterari. In italiano ha pubblicato, tra gli altri, Francesco e l’Infinitamente Piccolo (San Paolo 1994), La donna che sarà (Archinto 1995), Più viva che mai (San Paolo 1998).

Christoph Theobald
Christoph Theobald (Colonia 1946), gesuita, è professore di teologia fondamentale e dogmatica al Centre Sèvres di Parigi, direttore della rivista Recherches de Science Religieuse, consigliere e collaboratore della rivista Études e membro del comitato scientifico dell’Istituto per le scienze religiose di Bologna.