• Libro
  • Libro
    Edizione cartacea
    ISBN: 9788882274689
    2016, 122 pp.
    € 14,00  € 13,30
    Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello

L’anima della vita è una delle più grandi opere dell’ebraismo moderno. Composta di “quattro portici”, si sviluppa con un modo di procedere e di ragionare tipicamente  rabbinico che ci permette di entrare pienamente nella verità e nello spirito dell’ebraismo. Scritta all’inizio del XIX secolo, quest’opera fondamentale della cabala, è  un’introduzione magistrale alla mistica ebraica, in cui l’autore riconduce quest’ultima alle sue origini bibliche. Un’opera che illumina i segreti della preghiera e l’importanza della Torah, ma anche l’essere umano e la sua ricerca di Dio. Offriamo qui, per la prima volta in italiano, la traduzione del Primo Portico che dà il titolo a tutta l’opera.

Hajjim Ickovitz è nato nel 1759 ed è stato fino alla morte, nel 1821, il rabbi del villaggio lituano di Volozhin: perciò egli è ora noto come rabbi Hajjim di Volozhin. La sua formazione ebraica avviene sotto la guida della più grande autorità talmudica del suo tempo, il Ga’on Elijjahu di Vilna (1720-1797), da cui verrà introdotto anche in quell’universo midrashico “nascosto”, la cabala. Hajjim è il fondatore, a Volozhin, della prima casa di studio talmudica che diventerà il modello di tutte le famose accademie talmudiche lituane dal XIX secolo.

  • Leggi le prime pagine Leggi le prime pagine Leggi le prime pagine